martedì 23 febbraio 2016

Megan Fox irriconoscibile

Un’icona da Transformers a Minja Turtles, assente da un po’ di tempo e ora pronta a tornare in pista. Megan Fox si è raccontata al Jimmy Kimmel Live, ma la sua apparizione ha lasciato qualche dubbio: che è successo al viso dell’attrice?

 Occhi di ghiaccio, labbra rosse e carnose, capelli neri sciolti sulle spalle, Megan, mamma di Noah Shannon Green, nato il 27 settembre 2012 e Bodhi Ransom Green, nato il 13 febbraio 2014, dal matrimonio Brian Austin Green (da cui ha divorziato la scorsa estate), sembra avere un’espressione diversa da quella che siamo soliti vedere. Il prossimo maggio festeggerà 30 anni, anche se ha iniziato da giovanissima la sua carriera cinematografica. In una recente intervista aveva detto che a 30 anni ci si sente già vecchi, che la Fox abbia deciso di darsi una rinfrescata? Guardare per credere..

venerdì 19 febbraio 2016

Il figlio è morto e il cellulare resta spento: “Apple mi sta negando parte dei suoi ricordi”

Dama, un ragazzo originario dell'Etiopia, è scomparso lo scorso settembre; due anni dopo che gli avevano diagnosticato un osteosarcoma e dopo cicli di chemioterapia. Nel 2007 era stato adottato da una famiglia italiana e pensava di essersi lasciato alle spalle le esperienze più brutte della sua vita, di quando da orfano era costretto a vagare per la strada. Il destino lo ha fatto ammalare e morire giovanissimo.

Il papà, Leonardo Fabbretti, un architetto di Foligno, sta conducendo una piccola battaglia per avere accesso a parte dei suoi ricordi in quel cellulare di cui non ha il codice d'accesso.  L'uomo ha raccontato la sua storia a Repubblica: "Quando guardo quel telefonino spento penso a una porta chiusa, Apple mi sta negando una parte dei ricordi di mio figlio, le ultime foto che ha scattato, le ultime conversazioni con gli amici. E tutto perché non conosco i quattro numeri del codice di accesso... Dama a era con noi dal 2007, da quando lo avevamo adottato dall'Etiopia, era orfano e aveva vissuto un anno in strada... Qui nella cameretta ho il suo cellulare, un iPhone 6 e non posso accenderlo, lo trovo così ingiusto... Ho contattato il numero verde di Apple più volte. Sono stati gentili, hanno aperto la pratica, mi hanno fatto le condoglianze, ma mi hanno detto che serviva il codice di accesso per poterlo accendere... Lui mi aveva dato l'accesso al cellulare con l'impronta digitale... io pensavo potesse bastare quella. Invece una volta spento ho scoperto che bisogna comunque immettere quel maledetto codice. Dentro il suo cellulare ci sono le ultime fotografie che Dama ha scattato: per me sono preziose, sono i suoi ricordi. Non posso accettare che mi siano tolti".  L'uomo si è rivolto alle associazioni di consumatori e a degli ingegneri, ha cercato siti pirata ma è stato tutto inutile. Non molla comunque: "Continuerò la battaglia per recuperare i dati dell'iPhone di mio figlio, non mi arrenderò. Era anche minorenne, io ho il diritto di accedere a quel telefonino. C'è dentro un po' della vita di Dama e non voglio che mi sia sottratta così. Mi hanno detto che l'unica operazione possibile è resettare l'apparecchio, ma così perderei i dati, si cancellerebbero i contenuti. I vecchi telefonini avevano due codici legati alla Sim, il Pin e il Puk, dimenticando il primo si poteva accedere con il secondo".

martedì 16 febbraio 2016

Tyra Banks, la prima foto con il figlio York

Presenta il figlio surrogato nel giorno di San Valentino e fa incetta di like. "Questo è il San Valentino più felice della mia vita. York, papà @erikasla e io vi mandiamo tanto amore". Ha cinguettato la modella americana Tyra Banks, 42 anni, con il figlio York, nato il 27 gennaio scorso da madre surrogata, tra le braccia.

Solo poche settimane fa la compagna del fotografo Erik Asla e celebre per il programma America's Next Top Model aveva annunciato la nascita del piccolo ringraziando quell'angelo di donna che aveva portato in grembo il suo piccolo. "Il miglior regalo che potessimo desiderare e per il quale abbiamo pregato tanto è finalmente arrivato- aveva scritto la modella - York ha le mie dita e i miei occhi e la bocca e il mento di papà Erik. Ringraziamo quell'angelo di donna che ha portato in grembo il nostro bambino e preghiamo per tutte le persone che lottano per raggiungere questo gioioso traguardo".

Sposa bambina a 12 anni, sposa un 50enne. Passanti perplessi, ma non è come sembra

Una ragazzina di 12 anni, truccata e vestita da sposa, al fianco di un uomo sulla cinquantina. Una sposa bambina, uno dei tanti casi in cui ragazzine appena adolescenti vengono unite in matrimonio a uomini più adulti, in questo caso in Libano.

Il video ha fatto il giro del mondo, indignando il web: quasi 2 milioni di visualizzazioni dal suo rilascio. Ma non era autentico, e l’uomo e la bimba presenti erano soltanto attori. Un video dimostrativo, che ha comunque avuto il merito di spostare i riflettori su un annoso problema in molti Paesi, in particolare in Libano, in Siria e non solo, il problema delle donne costrette a matrimoni combinati anche in tenera età.  Quasi 15 milioni di donne nel mondo, infatti, già dagli 8 anni, vengono costrette a sposarsi contro la loro volontà, con uomini di 50, 60 o 70 anni: secondo l’Onu, nel 2050 saranno più di un miliardo le vittime di questo orrore.

lunedì 15 febbraio 2016

"Ho sposato un uomo incontrato una sola volta 13 anni fa: il primo bacio dopo la sua proposta"

Con la sua proposta di matrimonio Steve Jones ha davvero spiazzato tutti: nessuno riusciva a credere che era pronto a legarsi per la vita a una donna che aveva incontrato solo una volta e 13 anni prima. Ha conosciuto Stephanie Cobb nella nativa Australia nel 2001. Varie circostanze e la distanza fisica impedirono loro di frequentarsi, salvo poi rimettersi in contatto due anni fa grazie a Facebook. Nessuno dei due aveva dimenticato l'altro.

Poco dopo essersi ritrovati virtualmente è cominciata una lunga relazione fatta di messaggi, chat e telefonate. A un certo punto Steve ha capito che doveva abbandonare la sua città, vendere tutto e raggiungerla. All'aeroporto di Gatwick le ha chiesto di sposarlo ed è solo allora che si sono scambiati il primo bacio. La coppia si è sposata solo sei mesi più tardi.
"Ero abbastanza scioccata quando l'ho visto in ginocchio - ha raccontato la donna - Ho detto di sì subito. Mi sembrava la cosa più giusta da fare. Poi ci siamo baciati per la prima volta ed è stato meraviglioso... Ci eravamo incontrati a Perth durante una festa e perché ero andata a trovare mio cugino. Sentivo che c'era qualcosa di forte tra di noi, ma lui aveva la ragazza e io sarei dovuta tornare a casa mia nell'arco di pochi giorni".
Si è verificato un errore nel gadget

Lettori fissi