mercoledì 23 marzo 2016

Chris Martin e i tormenti d'amore per l'ex moglie Gwyneth Paltrow: "Depressione dopo la separazione"

È dovuto trascorrere un lungo anno di tormenti e depressione prima che Chris Martin riuscisse a metabolizzare la separazione da Gwyneth Paltrow. Malgrado la carriera di successo, lo stuolo di fan adoranti e l’amore dei due figli Apple e Moses, per il frontman dei Coldplay, l’addio alla donna con cui è stato sposato per più di un decennio si è rivelato infatti una sorta di complicatissimo trauma. Un trauma da cui è riuscito ad uscire gradualmente e che, comunque, ogni tanto torna come il peggiore degli incubi.
“Ci sono ancora molti giorni in cui mi sveglio e mi sento giù”, ha spiegato il cantante al Sunday Times. “Adesso però mi sento meglio, ho trovato gli strumenti per ripartire”.
 



Era il 2014 quando la coppia annunciò la fine del suo celebrato e chiacchierato matrimonio iniziato nel 2003. La rottura, “un disaccoppiamento consapevole” come la ebbe a definire con un’espressione famigerata l’attrice premio Oscar, arrivò a sorpresa a causa di incomprensioni e divergenze varie: dai mugugni di lui per i tanti impegni lavorativi di lei, che, invece, secondo i soliti bene informati, si sarebbe sentita trascurata, ai differenti punta di vista nell’educazione dei bambini.
 In ogni caso, a love story conclusa, i due non si allontanarono mai del tutto: Martin prese casa vicino a quella in cui aveva abitato con Gwyneth e prole, riuscendo a mantenere un rapporto civile con la ex e lasciando sempre una porta aperta per un ritorno di fiamma.

“Puoi diventare aggressivo e darti la colpa, continuare a incolparti - ha aggiunto il trentanovenne artista britannico, che conobbe l’interprete di Shakespeare in Love nel 2002 in occasione di un concerto dei Coldplay -.  Oppure puoi mettere te stesso in garage e come si dice “prendere te stesso, ripulire i pezzi e riassemblare il tutto”.
Il cantante ha optato per questa seconda opzione, aiutato anche dalla poesia, quella del persiano Mewlana Jalaluddin Rumi: “La poesia di Rumi ha cambiato tutto: dice che anche quando sei infelice, è un bene per te. Mi ci è voluto un anno. Di depressione e tutto il resto”.
Passato il tempo del lutto, ora il fascinoso Chris si sente un uomo nuovo, a cui la vita, soprattutto sentimentale, ha ripreso a sorridere. Merito di Jennifer Lawrence prima, con cui pare abbia avuto una relazione dopo la fine dell’unione con la Paltrow, e di Annabelle Wallis, trentunenne attrice inglese e sua attuale fidanzata, poi. L’ex consorte, invece, è felice tra le braccia del produttore Brad Falchuk, con cui fa coppia dall’inizio del 2015.
Divisi ma non nemici, Martin e Gwyneth, che hanno divorziato lo scorso aprile, da perfetti genitori modello continuano intanto a frequentarsi come due “fratelli” e a darsi sostegno reciproco anche in campo professionale. Prova inequivocabile di ciò è stata la recente partecipazione della Paltrow ad A Head of Full Dreams, l’ultimo disco dei Coldplay, in cui ha registrato la sua voce in una traccia, Everglow, brano che descrive (guarda tu il destino) la nascita della scintilla d’amore. “Non penso alla parola “divorzio” molto spesso, non lo vedo così il nostro rapporto - è la chiosa del cantante di Yellow -. È  come quando incontri qualcuno, trascorri del tempo insieme e poi le cose continuano ad andare avanti”. E, nella fattispecie, procedono, tutto sommato, nel migliore dei modi.
Si è verificato un errore nel gadget

Lettori fissi